Cassazione civile Sez. I sentenza n. 6380 del 5 giugno 1991

(1 massima)

(massima n. 1)

In caso di opposizione a decreto ingiuntivo e di competenza territoriale derogabile Ś quale deve ritenersi anche quella concernente le azioni per l'adempimento di obbligazioni di un comune, in quanto l'art. 325 della legge comunale e provinciale si limita a disciplinare inderogabilmente il profilo sostanziale del luogo dell'adempimento stesso, che coincide con uno dei fori facoltativi di cui all'art. 20 c.p.c. Ś l'ingiunto che intenda eccepire l'incompetenza per territorio del giudice del decreto e, quindi, la nullitÓ di questo per tale ragione, deve provvedervi giÓ con l'atto di opposizione, sotto pena di preclusione, non rimuovibile neanche prestando adesione ad identica eccezione successivamente sollevata dal terzo chiamato in garanzia, sia pure impropria, dallo stesso ingiunto, atteso che tale preclusione opera anche nei confronti di questo terzo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.