Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 737 del 14 febbraio 1985

(1 massima)

(massima n. 1)

L'esercizio, da parte del giudice del lavoro, del potere di richiedere informazioni alla pubblica amministrazione (art. 213 c.p.c.) non pu˛ considerarsi esaurito nel caso di risposta assolutamente inconcludente dell'amministrazione medesima, essendo in tale ipotesi il giudice tenuto a reiterare, con le opportune precisazioni, la richiesta di informazioni e ad utilizzare eventualmente i poteri istruttori conferitigli dall'art. 421 c.p.c., dando adeguata motivazione del mancato uso di tali poteri, soprattutto quando l'adempimento dell'onere probatorio gravante sulla parte sia reso praticamente impossibile dalla non disponibilitÓ delle prove, tutte ricadenti nella sfera d'azione della pubblica amministrazione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.