Cassazione penale Sez. I sentenza n. 3961 del 16 luglio 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

Nell'ipotesi di plurima applicazione del medesimo indulto in relazione a diverse condanne, avvenuta in sede di cognizione, la riduzione del beneficio in sede esecutiva, entro i limiti consentiti dal decreto di clemenza, č legittima quando l'applicazione dell'indulto da parte di ciascuno dei giudici di merito sia derivata da difetto di conoscenza della rispettiva attivitā, ma non quando l'errore abbia origine diversa o manchi qualunque elemento che faccia anche implicitamente supporre tale difetto di conoscenza: in tale ipotesi nemmeno attraverso il ridimensionamento in sede esecutiva č possibile l'eliminazione di una singola erronea applicazione dell'indulto da parte del giudice di cognizione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 15 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.