Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 3769 del 25 febbraio 2004

(1 massima)

(massima n. 1)

Rientra nel potere discrezionale del giudice del merito tanto la facoltā di derogare, in presenza di richiesta della parte, alla regola generale della concentrazione della decisione in un'unica sentenza, quanto quella di rigettare, anche senza espressa motivazione, tale richiesta ed emettere un'unica sentenza. (Nella specie, la S.C. ha rigettato il motivo di ricorso con il quale la sentenza impugnata veniva censurata perchč, in presenza di una richiesta di decisione limitata ad alcune soltanto delle conclusioni formulate con l'atto introduttivo, aveva deciso su tutte le domande proposte).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.