Cassazione civile Sez. Unite sentenza n. 1577 del 1 marzo 1990

(1 massima)

(massima n. 1)

Nel caso di cumulo di domande fra gli stessi soggetti, la sentenza, che decida una o pi¨ di dette domande, con prosecuzione del procedimento per le altre, ha natura non definitiva, e come tale pu˛ essere oggetto di riserva d'impugnazione differita (artt. 340 e 361 c.p.c.), qualora non disponga la separazione, ai sensi dell'art. 279 secondo comma n. 5 c.p.c., e non provveda sulle spese relative alla domanda od alle domande decise, rinviando all'ulteriore corso del giudizio, atteso che, anche al fine indicato, la definitivitÓ della sentenza esige un espresso provvedimento di separazione, ovvero la pronuncia sulle spese, che chiude la contesa cui si riferisce e quindi necessariamente implica la separazione medesima.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.