Cassazione civile Sez. II sentenza n. 10528 del 30 ottobre 1990

(1 massima)

(massima n. 1)

L'obbligo di rendere il conto pu˛ ritenersi adempiuto quando colui che vi Ŕ tenuto si sia dato carico di fornire la prova attraverso i corrispondenti documenti giustificativi non soltanto della qualitÓ e quantitÓ dei frutti percetti e della somma incassata, nonchÚ dell'entitÓ e causale degli esborsi, ma anche di tutti gli elementi di fatto che consentono di individuare e vagliare le modalitÓ con cui l'incarico Ŕ stato eseguito e di stabilire anche in relazione ai fini da perseguire e i risultati raggiunti, se l'operato di chi renda il conto sia adeguato a criteri di buona amministrazione. (Nella specie in base all'enunciato principio la S.C. ha confermato la decisione impugnata con cui si era ritenuto che non fosse stato adempiuto l'obbligo di rendere il conto in quanto il soggetto che vi era tenuto si era limitato a presentare un prospetto riassuntivo degli aumenti in entrata e in uscita verificatisi in alcuni conti correnti bancari e dei corrispondenti saldi senza dare conto degli atti di gestione che avevano portato agli esposti risultati contabili).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.