Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 8508 del 26 settembre 1996

(1 massima)

(massima n. 1)

Il deferimento di un giuramento suppletorio non preclude al giudice, pur dopo la prestazione dello stesso, di decidere la domanda, in senso favorevole alla parte che lo ha prestato, prescindendo dalle risultanze del giuramento (e cosý revocando implicitamente l'ordinanza ammissiva), onde la parte soccombente non pu˛ dolersi in sede di legittimitÓ dell'inammissibilitÓ del giuramento o della eventuale irritualitÓ nella sua assunzione, quando la pronunzia impugnata si fondi su ragioni diverse dalle sopraindicate risultanze.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.