Cassazione penale Sez. V sentenza n. 10427 del 14 marzo 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di sequestro probatorio, qualora il decreto emanato dal pubblico ministero (nella specie, in contestualitā con un decreto di perquisizione), non indichi specificamente le cose da sequestrare ma dia mandato alla polizia giudiziaria di far cadere il sequestro su quanto genericamente ritenuto utile ai fini delle indagini, la relativa attivitā esecutiva dev'essere oggetto di ulteriore verifica, sotto forma di convalida da parte dell'autoritā giudiziaria. Ne consegue che, nella situazione sopra descritta, ove manchi detta convalida, non č proponibile richiesta di riesame ma chi abbia interesse alla restituzione deve attivare la procedura prevista dall'art. 263 c.p.p. (istanza al pubblico ministero seguita, in caso di rigetto, da opposizione davanti al giudice per le indagini preliminari).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.