Cassazione penale Sez. I sentenza n. 5109 del 3 febbraio 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

Il termine «sanzioni» usato nell'art. 237, secondo comma, c.s., e il riferimento alle «procedure di accertamento e di applicazione» evidenzia che la norma si riferisce agli illeciti amministrativi e che essa non costituisce deroga al principio generale di non ultrattività della norma penale abrogata, dettato dall'art. 2 c.p. Ne consegue che l'inottemperanza all'ordine legalmente dato di esibire i documenti di guida dell'autoveicolo — introdotto come illecito amministrativo dall'art. 180 c.s. - se commesso prima dell'entrata in vigore di quest'ultimo non può essere sanzionato in via amministrativa, ostandovi il principio di legalità consacrato nell'art. 1 della L. n. 689 del 1981 e mancando una norma transitoria analoga a quella contenuta nell'art. 40 stessa legge, secondo cui le disposizioni ivi previste, che depenalizzavano taluni illeciti fino ad allora costituenti reato, trasformandoli in illeciti amministrativi, trovavano applicazione con riguardo alle violazioni commesse prima dell'entrata in vigore della legge in questione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.