Cassazione civile Sez. I sentenza n. 675 del 26 gennaio 1999

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di fallimento, la transazione tra procedura concorsuale e terzo creditore Ŕ consentita, in via di principio, dall'art. 35 della legge fallimentare e, pur se incidente sulla formazione dello stato passivo, non pu˛ ritenersi illegittima in astratto, ma solo in relazione alle sue conseguenze sulla par condicio creditorum.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.