Cassazione civile Sez. III sentenza n. 2158 del 26 marzo 1983

(1 massima)

(massima n. 1)

Tra i partecipanti alla comunione esiste un reciproco rapporto di rappresentanza, in virt¨ del quale ciascuno di essi pu˛ procedere alla locazione della cosa comune ed agire per la cessazione o la risoluzione del contratto e la consegna del bene locato, anche nell'interesse degli altri partecipanti alla comunione, trattandosi di atti di utile gestione rientranti nell'ambito dell'ordinaria amministrazione della cosa comune, per i quali Ŕ da presumere, salvo prova contraria, che il singolo comunista abbia agito anche con il consenso degli altri.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.