Cassazione civile Sez. II sentenza n. 5640 del 23 maggio 1995

(1 massima)

(massima n. 1)

Il comproprietario pu˛ usucapire la proprietÓ esclusiva della cosa comune solo possedendola, animo domini, per il tempo necessario, in modo inconciliabile con la possibilitÓ di fatto di un godimento comune, come nel caso in cui la cosa venga attratta nella sua sfera di materiale ed esclusiva disponibilitÓ mediante una attivitÓ che valga, comunque, ad escludere il concorrente compossesso degli altri comproprietari.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.