Cassazione civile Sez. II sentenza n. 1367 del 18 febbraio 1999

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di compossesso, il godimento esclusivo della cosa comune da parte di uno dei compossessori non č, di per sé, idoneo a far ritenere lo stato di fatto cosė determinatosi funzionale all'esercizio dei possesso ad usucapionem, e non anche, invece, conseguenza di un atteggiamento di mera tolleranza da parte dell'altro compossessore, risultando, per converso, necessario, a fini di usucapione, la manifestazione del dominio esclusivo sulla res da parte dell'interessato attraverso un'attivitā apertamente contrastante ed inoppugnabilmente incompatibile con il possesso altrui, gravando l'onere della relativa prova su colui che invochi l'avvenuta usucapione del bene.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.