Cassazione civile Sez. II sentenza n. 2174 del 26 marzo 1986

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai sensi del primo comma dell'art. 92 c.p.c., il giudice pu˛, indipendentemente dalla soccombenza, condannare una parte al rimborso delle spese processuali anche non ripetibili, che per trasgressione al dovere di lealtÓ e probitÓ di cui all'art. 88 c.p.c. la medesima abbia causato alla controparte; inoltre, la condanna a dette spese pu˛ essere irrogata, nei soli confronti della parte soccombente, anche quando ricorre l'ipotesi della responsabilitÓ aggravata prevista dalla norma dell'art. 96 c.p.c.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.