Cassazione civile Sez. II sentenza n. 17868 del 24 novembre 2003

(1 massima)

(massima n. 1)

Il muro perimetrale di un edificio condominiale pu˛ essere utilizzato dal singolo condominio per il migliore godimento della parte di edificio di sua proprietÓ esclusiva, ma non pu˛ essere invece utilizzato, senza il consenso di tutti i condomini, per l'utilitÓ di un altro immobile di sua esclusiva proprietÓ, in quanto ci˛ implica la costituzione di una servit¨ in favore di un bene estraneo al condominio. (Nella specie, la S.C. ha cassato la sentenza di merito che aveva escluso la necessitÓ del consenso di tutti i condomini per la edificazione da parte di uno di essi di una tettoia di copertura di un'area di esclusiva proprietÓ di quest'ultimo, realizzata mediante il suo inserimento nel muro perimetrale comune, che aveva assunto la funzione di quarta parete del nuovo vano).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.