Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 3867 del 17 marzo 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

In ordine alla documentazione del potere di rappresentanza, è necessario che la controparte sia posta in grado di conoscere la fonte del potere e di contestarlo; a tal fine il rappresentante, che agisca come organo della persona giuridica, non ha l'onere di produrre con il mandato ad litem l'atto di conferimento del suo potere, bensì, ove questo sia contestato, ha l'onere di indicare l'atto di conferimento, in modo da consentire l'eventuale prova contraria.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.