Cassazione penale Sez. III sentenza n. 21167 del 20 giugno 2006

(1 massima)

(massima n. 1)

In materia di reati sessuali non č affetta da indeterminatezza la nozione di atti sessuali di cui all'art. 609 bis c.p., la quale — interpretata alla luce della libertā sessuale, interesse protetto dalla fattispecie — comprende tutti quegli atti indirizzati verso zone erogene della vittima e quindi anche i toccamenti, palpeggiamenti e sfregamenti sulle parti intime anche sopra i vestiti, suscettibili di eccitare la concupiscenza sessuale dell'autore.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.