Cassazione penale Sez. III sentenza n. 28815 del 11 luglio 2008

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di reati sessuali, č atto sessuale sia il contatto fisico diretto che quello simulato con una zona erogena del corpo (nella specie, la bocca ), in quanto atto parimenti invasivo dell'altrui sfera sessuale. (Fattispecie nella quale č stata ritenuta assimilabile ad un coito orale dissimulato l'introduzione nel cavo orale della vittima non del membro virile ma dello sperma, prodotto dell'eiaculazione )

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.