Cassazione civile Sez. I sentenza n. 4769 del 27 febbraio 2014

(1 massima)

(massima n. 1)

Il credito costituito dal compenso in favore dell'amministratore di societā, anche se di nomina giudiziaria, non č assistito dal privilegio generale di cui all'art. 2751 bis, n. 2, cod. civ., atteso che egli non fornisce una prestazione d'opera intellettuale, né il contratto tipico che lo lega alla societā č assimilabile al contratto d'opera, di cui agli artt. 2222 e ss. cod. civ. non presentando gli elementi del perseguimento di un risultato, con la conseguente sopportazione del rischio, mentre l'"opus" (e cioč l'amministrazione) che egli si impegna a fornire non č, a differenza di quello del prestatore d'opera, determinato dai contraenti preventivamente, né č determinabile aprioristicamente, identificandosi con la stessa attivitā d'impresa.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.