Cassazione penale Sez. Unite sentenza n. 18 del 13 gennaio 1992

(1 massima)

(massima n. 1)

Il commercio di materiale osceno, purchÚ realizzato con particolari modalitÓ di riservatezza e di cautela nei confronti di acquirenti adulti, non integra il reato di cui all'art. 528 c.p., ove il giudice di merito accerti che in relazione alle dette modalitÓ il comune senso del pudore non risulti offeso. (Fattispecie in tema di commercio di videofilms pornografici).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.