Cassazione penale Sez. III sentenza n. 9132 del 25 ottobre 1984

(1 massima)

(massima n. 1)

L'ospedale rientra fra i luoghi pubblici o aperti al pubblico, a seconda dei casi, per la presenza del personale dipendente, medico e paramedico, nonchÚ del pubblico. Ci˛ anche nelle ore notturne, per le visite di controllo e di necessitÓ degli infermi, per cui quanto vi si opera Ŕ pur sempre percepibile o da estranei o dal personale stesso. Pertanto, ogni camera del nosocomio, in cui sono ricoverati e distribuiti i malati, rientra in tale ambiente. (Fattispecie relativa a ritenuta perseguibilitÓ degli atti di libidine violenti, commessi all'una di notte in una camera di ospedale, ravvisata la sussistenza del delitto di atti osceni).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.