Cassazione penale Sez. II sentenza n. 10961 del 14 novembre 1988

(1 massima)

(massima n. 1)

L'art. 116 c.p. non č norma speciale rispetto a quello dell'art. 83 c.p. in quanto mentre quest'ultima riguarda esclusivamente la posizione del colpevole che risponde, a titolo di colpa, dell'evento non voluto allorché il fatto č preveduto dalla legge come delitto colposo (cosiddetto aberratio delicti), la norma sul concorso anomalo riguarda la posizione del compartecipe, il quale risponde del reato pił grave che sia stato realizzato dal concorrente o dai concorrenti in difformitą dal programma criminoso concertato, sempre che tale fatto pił grave sia ricollegabile a quello meno grave (e voluto) da un nesso di sviluppo logicamente prevedibile.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.