Cassazione penale Sez. III sentenza n. 6897 del 16 giugno 1995

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di reato di maltrattamento di animali (art. 727 c.p.), il cosiddetto źdovere di informazione╗ cui il comune cittadino Ŕ tenuto, Ŕ esigibile anche dal cacciatore, che esercita un'attivitÓ normativamente disciplinata e condizionata dal rilascio di un'autorizzazione e non pu˛, pertanto, invocare l'ignoranza scusabile della norma penale. (Fattispecie relativa alla detenzione di volatili, fungenti da richiamo, in minuscole gabbie, ossia in una condizione incompatibile con la loro natura).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.