Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 43646 del 24 novembre 2011

(2 massime)

(massima n. 1)

L'errore di diritto inevitabile esclude la colpevolezza anche quando cada sulla norma extrapenale integratrice

(massima n. 2)

La valutazione dell'inevitabilitÓ dell'errore di diritto, rilevante ai fini dell'esclusione della colpevolezza, deve tenere conto tanto dei fattori esterni che possono aver determinato nell'agente l'ignoranza della rilevanza penale del suo comportamento, quanto delle conoscenze e delle capacitÓ del medesimo. (Fattispecie relativa al reato di concorso della madre dell'infante nel delitto di cui all'art. 348 c.p., avente ad oggetto la ritenuta rilevanza dell'ignoranza della natura medica della circoncisione praticata per motivi rituali e della conseguente necessitÓ che ad effettuarla sia un soggetto abilitato all'esercizio della professione medica, e ci˛ per essere quella madre di recente immigrata da un paese straniero in cui tale pratica Ŕ diffusa per tradizione etnica, dalla quale la stessa Ŕ risultata essere fortemente influenzata in ragione del suo basso grado di cultura).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.