Cassazione civile Sez. I sentenza n. 7450 del 14 maggio 2012

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di arbitrato ai sensi degli artt. 810 e 811 c.p.c., Ŕ pienamente legittimo il provvedimento del presidente del tribunale che proceda alla designazione dell'arbitro, non nominato tempestivamente da una delle parti, al di fuori delle categorie professionali previste nella clausola compromissoria, poichÚ questa non pu˛ estendere i suoi effetti sui poteri di nomina di cui la legge investe, nell'inerzia delle parti, l'autoritÓ giudiziaria, il cui intervento non Ŕ dunque soggetto ai limiti fissati dall'autonomia privata, vincolante solo per gli autori degli atti che ne costituiscono esercizio a norma dell'art. 1372 c.c., ma si attua con la discrezionalitÓ tipica del magistrato, che opera secondo legge nell'esercizio dei suoi poteri e senza vincoli di mandato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.