Cassazione civile Sez. I sentenza n. 6524 del 3 luglio 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di assicurazione obbligatoria della responsabilitÓ civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, l'assoggettamento dell'impresa assicurativa a liquidazione coatta amministrativa (art. 25 L. n. 990 del 1969) nelle more del giudizio promosso dal danneggiato comporta che tale giudizio prosegua nei confronti della procedura di liquidazione con la emissione di una sentenza che, nei confronti della procedura concorsuale, spiega efficacia di mero accertamento, risultando, al tempo stesso, direttamente opponibile (nei limiti di cui all'art. 21 L. 990 citata) all'impresa designata ed intervenuta in corso di causa, attesane la qualitÓ di soggetto passivo della pretesa risarcitoria e di sostituto ex lege del fondo di garanzia per le vittime della strada. Ne consegue l'obbligo di detta impresa di anticipare l'indennizzo dovuto all'assicurato per conto della liquidazione coatta Ś salva insinuazione del credito cosý maturato al passivo della procedura concorsuale Ś anche nella ipotesi in cui (come nella specie) il commissario liquidatore sia stato autorizzato a liquidare i danni per conto del Fondo di garanzia.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.