Cassazione penale Sez. V sentenza n. 2134 del 11 giugno 1999

(2 massime)

(massima n. 1)

In tema di revisione, ai fini della declaratoria di inammissibilitÓ, non Ŕ previsto il procedimento in camera di consiglio nelle forme di cui all'art. 127 c.p.p., con conseguenti avvisi, notifiche ed intervento delle parti, nÚ alcuna forma di contraddittorio cartolare. Tale mancata previsione non viola il diritto di difesa e non integra alcun profilo di incostituzionalitÓ.

(massima n. 2)

In tema di revisione, la sottoscrizione dell'interessato nella procura speciale pu˛ essere autenticata anche dal difensore, ai sensi dell'art. 39 att. c.p.p., non essendovi ragione per cui debba escludersi il potere certificativo del difensore per la presentazione di quello che Ŕ un atto di impugnazione, sia pure straordinaria.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.