Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 885 del 26 gennaio 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di impugnazione, la mancata attestazione della data di ricezione della raccomandata o del telegramma con sottoscrizione da parte del cancelliere (adempimento previsto dall'art. 198, secondo comma, c.p.p. 1930 e dall'art. 583, primo comma, c.p.p.) costituisce una formalitÓ che non si riflette sulla validitÓ e tempestivitÓ dell'atto di impugnazione che giÓ deve presentare di per sÚ tali requisiti, ma costituisce mera prova dell'atto di ricezione, la cui data pu˛ riuscire utile per il controllo della tempestivitÓ degli eventuali ulteriori adempimenti demandati all'ufficio ricevente.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.