Cassazione penale Sez. III sentenza n. 33943 del 10 ottobre 2002

(1 massima)

(massima n. 1)

Non č abnorme il provvedimento del giudice del dibattimento che, a norma del terzo comma dell'art. 550 c.p.p., disponga la trasmissione degli atti al P.M. nel caso in cui sia stata esercitata l'azione penale con citazione diretta per un reato per il quale era, invece, prevista l'udienza preliminare. (Fattispecie nella quale la Corte ha ritenuto non abnorme l'ordinanza del giudice monocratico che aveva dichiarato la nullitā del decreto di citazione a giudizio per il reato di cui all'art. 4 lett. f) della legge n. 516 del 1982, in considerazione della necessitā di fissare l'udienza preliminare prevista per l'imputazione da riformularsi alla luce della sopravvenuta disciplina di cui al D.L.vo n. 74 del 2000).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.