Cassazione penale Sez. II sentenza n. 14088 del 9 dicembre 1999

(1 massima)

(massima n. 1)

PoichÚ la nozione processuale di udienza si riferisce alla durata giornaliera dell'attivitÓ svolta alla presenza delle parti nel singolo procedimento e non pu˛ essere fatta coincidere con quella di dibattimento, la quale corrisponde a tutta la fase processuale attraverso cui ha luogo il giudizio, alla rinuncia dell'imputato detenuto ad essere presente in udienza non pu˛ attribuirsi, salvo che ci˛ non risulti espressamente, il significato di rinuncia a presenziare all'intero dibattimento; ne deriva che, ove il giudizio non si esaurisca nell'udienza alla cui partecipazione l'imputato ha rinunciato, il giudice ha l'obbligo, sanzionato a pena di nullitÓ, di assicurarne l'intervento a quelle successive, disponendone la traduzione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.