Cassazione penale Sez. V sentenza n. 667 del 3 aprile 1997

(1 massima)

(massima n. 1)

La richiesta con la quale il soggetto eccepisce la incolpevole ignoranza dell'emissione di un decreto penale nei propri confronti, divenuto esecutivo per mancata opposizione, deve qualificarsi quale opposizione tardiva e non quale incidente di esecuzione e deve perci˛ essere esaminata, de plano, dallo stesso giudice che ha emesso il decreto e non dal giudice dell'esecuzione nelle forme previste dall'art. 666 c.p.p.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.