Cassazione penale Sez. IV sentenza n. 39645 del 22 novembre 2002

(1 massima)

(massima n. 1)

La sentenza della Corte costituzionale n. 120 del 16 aprile 2002, con la quale č stata dichiarata l'illegittimitā costituzionale dell'art. 458, comma 1, c.p.p., nella parte in cui non prevedeva che il termine per la richiesta di giudizio abbreviato decorresse dall'ultima notificazione, all'imputato o al suo difensore, rispettivamente del decreto che dispone il giudizio immediato e dell'avviso della data fissata per detto giudizio, non puō valere a far rimettere in discussione l'avvenuta decadenza dalla possibilitā di avanzare la suindicata richiesta, giā verificatasi a cagione dell'intervenuta scadenza, anteriormente alla pronuncia di incostituzionalitā, del termine in questione, computato secondo la regola all'epoca vigente, che ne fissava la decorrenza con riferimento alla sola data di notifica del decreto di giudizio immediato all'imputato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.