Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 8176 del 22 luglio 1992

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di giudizio abbreviato atipico previsto dall'art. 452 comma 2, c.p.p. come possibile ipotesi di trasformazione del giudizio direttissimo, il dissenso del pubblico ministero Ŕ da considerare come giustificato quando, all'atto della sua manifestazione, il procedimento sia obiettivamente non suscettibile di definizione allo stato degli atti, indipendentemente dall'eventuale integrazione probatoria che il giudice, in base alla norma anzidetta, pu˛ successivamente disporre; integrazione che, comunque, pu˛ avere ad oggetto, cosý interpretandosi il richiamo alle źforme previste dall'art. 422 c.p.p.╗, soltanto gli atti contemplati da detto ultimo articolo, con esclusione, quindi, di atti di natura complessa quali, ad esempio, le perizie.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.