Cassazione penale Sez. II sentenza n. 33918 del 19 settembre 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

In caso di presentazione dell'imputato in stato di arresto davanti al tribunale in composizione monocratica per la convalida dell'arresto e per il contestuale giudizio, ai sensi dell'art. 449, comma 1, c.p.p., legittimamente il suddetto tribunale, qualora ritenga che il reato sia di competenza del tribunale in composizione collegiale, omette di pronunciare anche sulla richiesta di convalida, esulando, nella suindicata ipotesi, anche l'applicabilitā della disciplina di cui all'art. 27 c.p.p., relativa soltanto alle misure cautelari.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.