Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 2113 del 20 luglio 1995

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di patteggiamento, la necessitā di sottoscrizione della richiesta dell'imputato, autenticata nelle forme previste dall'art. 583, comma 3, c.p.p., sorge nelle ipotesi di richiesta formulata per iscritto fuori del rapporto diretto e personale tra parte e giudice, istituzionalizzato in un atto del procedimento, formalizzato in un verbale, in cui sono gli stessi verbalizzanti che Ģautenticanoģ richiesta e sottoscrizione. (Nella specie, č stata ritenuta valida la richiesta formulata dalla parte personalmente nel corso dell'interrogatorio reso al Gip e verbalizzata dal giudice).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.