Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 8888 del 3 ottobre 1996

(1 massima)

(massima n. 1)

Poiché, in forza dell'art. 445, comma primo, c.p.p., con la sentenza di applicazione della pena su richiesta delle parti, emessa ai sensi dell'art. 448 c.p.p., non possono essere applicate misure di sicurezza, fatta eccezione della confisca nei casi previsti dall'art. 240, comma secondo, c.p., consegue che, con tale pronuncia, al giudice è precluso ordinare l'espulsione dello straniero dallo Stato contemplata dall'art. 7 del decreto legge 18 novembre 1995, n. 489, rientrando essa tra le misure di sicurezza, come si ricava dall'art. 235 c.p

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.