Cassazione penale Sez. IV sentenza n. 3183 del 9 marzo 1999

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di patteggiamento, la sentenza che applichi la pena richiesta dall'imputato, a seguito di dibattimento per il dissenso del P.M. ritenuto dal giudice ingiustificato, č appellabile anche dall'imputato, atteso che la rinuncia a contestare l'accusa (implicita nella richiesta di applicazione della pena), per il carattere essenzialmente consensualistico e strutturalmente bilaterale del rito del patteggiamento, ha effetto solo ed unicamente nel caso in cui sia stato raggiunto l'accordo con il P.M. sulla pena da applicare, dovendosi altrimenti ritenere tamquam non esset, salvo che per gli effetti premiali conseguibili nel caso di riconosciuta infondatezza del dissenso del P.M.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.