Cassazione penale Sez. I sentenza n. 3011 del 9 giugno 1995

(1 massima)

(massima n. 1)

Poiché nella procedura di patteggiamento al giudice non è lasciata altra alternativa se non quella di accettare in toto o respingere l'accordo raggiunto fra le parti, ove tale accordo sia comprensivo della sospensione condizionale ed il giudice, pronunciando la sentenza prevista dall'art. 444 c.p.p., abbia inteso accoglierlo, senza però applicare la sospensione, e ciò abbia dato luogo a ricorso da parte dell'imputato, la Corte di cassazione, accogliendo il ricorso od annullando, quindi, senza rinvio l'impugnata sentenza sul punto concernente la mancata concessione del beneficio, può essa stessa disporre direttamente la concessione medesima.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.