Cassazione penale Sez. I sentenza n. 1421 del 20 aprile 1995

(1 massima)

(massima n. 1)

Attesa la permanente validità del rinvio operato dall'art. 261 c.p.m.p. al codice di procedura vigente, le cui disposizioni, ai sensi di detta norma, vanno osservate anche nei procedimenti davanti ai tribunali militari salvo che la legge disponga altrimenti, deve ritenersi sicuramente applicabile anche nel rito militare, in assenza di qualsivoglia disposizione speciale in contrario, l'istituto del «patteggiamento» di cui agli artt. 444 ss. c.p.p. (Nella specie l'inoperatività del detto istituto era stata sostenuta anche sulla base della considerazione — non ritenuta valida dalla Corte — che, atteso il limitato carico di lavoro gravante sui tribunali militari, il legislatore non avrebbe avuto ragione di perseguire, mediante l'istituto medesimo, quelle stesse finalità deflattive che aveva invece ragione di perseguire nell'ambito della giurisdizione ordinaria).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.