Cassazione penale Sez. III sentenza n. 2733 del 31 gennaio 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di riesame delle ordinanze che dispongono misure cautelari, il termine di un giorno per la trasmissione degli atti e quello di dieci giorni per la decisione sono distinti e non sono calcolabili congiuntamente, sicché l'eventuale inosservanza del termine (ordinatorio) di trasmissione degli atti al tribunale, da parte dell'autorità procedente, non ha alcuna incidenza sul termine perentorio di dieci giorni, stabilito per la trattazione della richiesta di riesame, che decorre dalla data di ricezione degli atti. (Fattispecie in tema di sequestro preventivo).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.