Cassazione penale Sez. V sentenza n. 29391 del 20 luglio 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

Tra le «ordinanze in materia di sequestro preventivo» avverso le quali è esperibile l'appello previsto dall'art. 322 bis c.p.p. rientrano quelle con le quali il custode dei beni sequestrati venga autorizzato a compiere atti eccedenti l'ordinanza amministrazione. (Nella specie, in applicazione di tale principio, è stato ritenuto che fosse appellabile, da parte del pubblico ministero, l'ordinanza con la quale il giudice per le indagini preliminari, in presenza di sequestro preventivo avente ad oggetto il pacchetto azionario di una società, aveva consentito al custode giudiziario di cedere all'imputato una parte del suindicato pacchetto, a fronte dell'impegno assunto dal cessionario di sistemare le pendenze esistenti tra la società e l'amministrazione finanziaria).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.