Cassazione penale Sez. III sentenza n. 4478 del 13 febbraio 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di sequestro preventivo, la mancata notifica del provvedimento e il mancato coinvolgimento nel procedimento penale anche del comproprietario del bene sottoposto a sequestro è del tutto irrilevante e improduttivo di conseguenze, poiché il sequestro preventivo costituisce una misura cautelare reale destinata a colpire un bene, cosa pertinente al reato oggetto di indagine, a chiunque esso appartenga ed indipendentemente dalla avvenuta identificazione di tutti i responsabili del reato. (Nell'affermare il principio di cui in massima la Corte ha escluso che la mancata notifica del provvedimento di sequestro di un immobile abusivo e la mancata estensione dell'imputazione anche nei confronti del coniuge dell'indagato, comproprietario del bene, incidesse sulla regolarità del provvedimento di sequestro).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.