Cassazione penale Sez. III sentenza n. 49437 del 23 dicembre 2009

(1 massima)

(massima n. 1)

╚ legittimo il provvedimento cautelare con cui il giudice penale, in relazione a condotta di diffusione abusiva in rete di opere dell'ingegno, contestualmente al sequestro preventivo del sito il cui gestore concorra nell'attivitÓ penalmente illecita, imponga ai fornitori di servizi internet operanti sul territorio dello Stato italiano di inibire l'accesso al sito al limitato fine di precludere l'attivitÓ di diffusione di dette opere.(In motivazione la Corte ha richiamato gli artt. 14 -17 del D.Lgs. n. 70 del 2003 secondo cui l'autoritÓ giudiziaria pu˛ esigere, anche in via d'urgenza, che il prestatore di un servizio della societÓ dell'informazione impedisca o ponga fine alle violazioni commesse ovvero impedisca l'accesso al contenuto illecito).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.