Cassazione civile Sez. I sentenza n. 5874 del 13 aprile 2012

(1 massima)

(massima n. 1)

Nella disciplina dettata dagli art. 2504 septies c.c. (applicabile "ratione temporis"), la scissione parziale di una societą, consistente nel trasferimento di parte del suo patrimonio ad una o pił societą, preesistenti o di nuova costituzione, contro l'assegnazione delle azioni o delle quote di queste ultime ai soci della societą scissa, si traduce in una fattispecie effettivamente traslativa, che comporta l'acquisizione da parte della nuova societą di valori patrimoniali prima non esistenti nel suo patrimonio; detto trasferimento non determina l'estinzione della societą scissa ed il subingresso di quella risultante dalla scissione nella totalitą dei rapporti giuridici della prima, configurandosi invece come successione a titolo particolare nel diritto controverso, che, ove intervenga nel corso del giudizio, comporta l'applicabilitą della disciplina di cui all'art. 111 c.p.c., con la conseguente facoltą del successore di spiegare intervento nel giudizio e d'impugnare la sentenza eventualmente pronunciata nei confronti del dante causa; in tal caso, il successore ha, tuttavia, l'onere di allegare la propria qualitą e di offrire la prova delle circostanze che costituiscono i presupposti della sua legittimazione mediante riscontri documentali, la cui mancanza, attenendo alla regolare instaurazione del contradditorio, č rilevabile anche d'ufficio.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterą seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.