Cassazione civile Sez. III sentenza n. 13693 del 31 luglio 2012

(1 massima)

(massima n. 1)

L'affermazione dell'esistenza di un nesso causale tra due fenomeni costituisce sempre il frutto di un'attivitÓ di giudizio e valutazione, e non giÓ di semplice percezione di un fatto concreto. Ne consegue che la prova testimoniale non pu˛ mai avere ad oggetto l'affermazione o la negazione dell'esistenza del nesso di causalitÓ tra una condotta ed un fatto illecito, ma pu˛ solo limitarsi a descrivere i fatti obiettivi, restando poi riservato al giudice stabilire se quei fatti possano essere stati la causa del danno.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.