Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 146 del 28 febbraio 1992

(1 massima)

(massima n. 1)

La misura cautelare della custodia in carcere, divenuta inefficace per omesso interrogatorio della persona sottoposta alle indagini nel termine previsto dall'art. 294 c.p.p., pu˛ essere nuovamente adottata, su richiesta del pubblico ministero, purchÚ ricorrano due condizioni: che l'indagato sia posto effettivamente in libertÓ e che venga interrogato dal giudice per le indagini preliminari libero pede. (Nella specie, la Corte ha annullato senza rinvio l'ordinanza del tribunale della libertÓ che aveva ritenuto non violati gli artt. 294 e 302 c.p.p. nonostante il provvedimento di scarcerazione disposto per omesso interrogatorio nei termini non fosse stato concretamente eseguito per essersi inserito nella serie procedimentale un fermo adottato dal pubblico ministero nei confronti dell'indagato ancora in vinculis e fondato sugli stessi elementi che avevano precedentemente determinato il giudice per le indagini preliminari a non convalidarlo).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.