Cassazione civile Sez. II sentenza n. 24302 del 15 novembre 2006

(1 massima)

(massima n. 1)

Atteso che giÓ sotto il vigore del codice civile del 1865 era da ritenersi legittimo il frazionamento della proprietÓ del suolo rispetto a quella relativa al sottosuolo (e al soprasuolo) e premesso che, secondo il codice vigente, il proprietario del suolo non pu˛ opporsi ad attivitÓ che si svolgano a profonditÓ tale che egli non abbia interesse ad escludere, deve ritenersi ammissibile l'acquisto a titolo originario, per effetto del possesso utile all'usucapione, della proprietÓ di una grotta Ś costituente entitÓ autonoma sotto il profilo materiale e funzionale Ś disgiunta dalla proprietÓ del suolo sovrastante.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.