Cassazione penale Sez. I sentenza n. 789 del 10 marzo 1992

(1 massima)

(massima n. 1)

Sussiste nullitā dell'ordinanza applicativa di misura cautelare, per violazione dell'art. 292, comma secondo, lett. c) c.p.p., quando detta ordinanza non contenga l'esposizione delle ragioni sulla base delle quali gli indizi (che devono essere specificamente enunciati nel loro contenuto, anche quando si taccia la fonte da cui promanano), sono stati ritenuti di rilevanza e concludenza tali da far apparire probabile, allo stato degli atti, la colpevolezza dell'indagato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.