Cassazione civile Sez. Unite sentenza n. 3665 del 14 febbraio 2011

(2 massime)

(massima n. 1)

Dalla applicazione diretta degli artt. 2, 9 e 42 Cost. si ricava il principio della tutela della personalitÓ umana e del suo corretto svolgimento, nell'ambito dello Stato sociale, anche in relazione al "paesaggio", con specifico riferimento non solo ai beni costituenti, per classificazione legislativa-codicistica, il demanio e il patrimonio oggetto della "proprietÓ" dello Stato, ma anche riguardo a quei beni che, indipendentemente da una preventiva individuazione da parte del legislatore, per loro intrinseca natura o finalizzazione, risultino, sulla base di una compiuta interpretazione dell'intero sistema normativo, funzionali al perseguimento e al soddisfacimento degli interessi della collettivitÓ e che - per tale loro destinazione alla realizzazione dello Stato sociale - devono ritenersi "comuni", prescindendo dal titolo di proprietÓ, risultando cosý recessivo l'aspetto demaniale a fronte di quello della funzionalitÓ del bene rispetto ad interessi della collettivitÓ. (Principio enunciato a proposito delle c.d. valli da pesca della laguna di Venezia).

(massima n. 2)

In tema di beni pubblici, il connotato della "demanialitÓ" esprime una duplice appartenenza, alla collettivitÓ ed al suo ente esponenziale, dovendosi intendere la titolaritÓ in senso stretto come appartenenza di servizio, nel senso che l'ente esponenziale pu˛ e deve assicurare il mantenimento delle specifiche rilevanti caratteristiche del bene e la sua concreta possibilitÓ di fruizione; ne consegue che la titolaritÓ dei beni demaniali allo Stato o agli altri enti territoriali non Ŕ fine a sÚ stessa e non rileva solo sul piano della "proprietÓ", ma comporta per l'ente titolare anche la sussistenza di oneri di "governance" finalizzati a rendere effettive le varie forme di godimento e di uso pubblico del bene. (Principio enunciato in relazione alle c.d. valli da pesca della laguna di Venezia).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.