Cassazione penale Sez. I sentenza n. 12461 del 28 marzo 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai fini del giudizio in ordine alla sussistenza dell'esigenza cautelare di cui all'art. 274, comma 1, lett. c), c.p.p. i «comportamenti o atti concreti» da prendere in esame quali elementi rivelatori della personalità dell'imputato ben possono essere desunti anche dalle sole «specifiche modalità e circostanze del fatto» per cui si procede, dovendosi la norma anzidetta interpretare conformemente alla logica complessiva di un sistema che risulta caratterizzato, fra l'altro, dalla presenza dell'art. 275, comma 2 bis c.p.p., in base al quale la custodia cautelare in carcere non può essere disposta quando il giudice ritiene che possa essere concessa la sospensione condizionale della pena; ipotesi, questa, per escludere la quale — legittimando quindi l'adozione dell'anzidetta misura — è sufficiente un giudizio prognostico negativo basato anche su uno solo degli elementi indicati nell'art. 133 c.p., ivi compreso quello di cui al n. 1 (nel quale, sostanzialmente, si esprime lo stesso concetto espresso nell'art. 274, comma 1, lett. C, c.p.p. con le parole «specifiche modalità e circostanze del fatto»); ragion per cui risulterebbe contraddittorio ammettere la possibilità di applicazione della più grave fra le misure cautelari sulla base del suindicato giudizio prognostico negativo per poi pretendere che a detta applicazione non possa tuttavia addivenirsi perché lo stesso elemento posto a fondamento di quel giudizio sarebbe da considerare insufficiente ai fini di un analogo giudizio prognostico previsto da altra norma con riguardo alla generalità delle misure cautelari personali, e perciò di quelle meno gravi della custodia in carcere.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 25 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.